venerdì 23 gennaio 2009

Michelangelo Neri Orliani


Nome ?

Michelangelo Neri Orliani, ma Michi è sufficiente

Anni ?

24

Colore preferito?

Nero e le sfumature di blu

Film preferito?

Un po' tutta la filmografia di Kubrick

Sei un grande talento vista la tua giovane età. Spiega a chi ci segue in che cosa consiste il tuo lavoro.


Domanda sempre un po' complessa. Io mi occupo di effetti speciali digitali e nello specifico di compositing, l'ultima fase della postproduzione. Il compositing è la composizione di elementi visivi provenienti da sorgenti differenti in un'unica immagine; è mio compito creare l'illusione che tutti questi elementi differenti sembrino parte della stessa scena.


Questa passione a che età ti ha preso veramente e soprattutto definitivamente?

La passione per la creazione digitale l'ho sempre avuta. Verso i 16 anni ho iniziato a coltivare la passione per la grafica 3D e il fotoritocco. Sucessivamente mi sono avvicinato al mondo del montaggio video e da lì mi sono spinto verso la motion graphic e solo ultimamente agli effetti visivi. Diciamo che è stato un crescendo definitivamente affermato una volta che ho iniziato a lavorare.




Alcuni dei lavori di Michelangelo : Leg


Per coltivare questo tuo grande talento che scuole hai frequentato ?


Ho frequentato l'Istituto d'Arte di Ancona, una normale scuola superiore con una sezione di immagine elettronica dove ho avuto importanti "input" sul mondo della grafica e del video, ma per la maggior parte mi sono formato da autodidatta e sul lavoro.


Dopo il diploma hai subito iniziato a lavorare in qualche studio?


Ho scelto di non continuare gli studi perché il panorama dell' Università italiana nel campo delle arti visive e digitali non prometteva, e non promette, affatto bene. Quindi ho cominciato da subito a lavorare in un piccolo studio di Falconara, vicino Ancona, la Gama Movie. Una realtà modesta rivolta soprattutto a piccole produzioni di documentari e piccoli spot, ma all'avanguardia per quanto riguarda tecnologie e metodo di lavoro. E' li che ho imparato molto e dove ho preso lo "slancio" diciamo.



Pubblicità La7

Ora in che studio lavori?

Attualmente sono freelance, quindi non ho dimora fissa. Dopo due anni di esperienza su piccoli progetti ad Ancona ho deciso di muovervi a Milano. Là sono entrato in contatto con alcuni dei più importanti studi di postproduzione italiani con i quali ho lavorato per clienti come Sky, Mediaset, Rai, MTV e alcuni importanti cortometraggi. Dopo alcune collaborazioni a Roma nell'ultimo periodo sono entrato in contatto con alcune realtà di Londra. L'ultimo lavoro a cui ho partecipato è stata la realizzazione di alcuni effetti per delle sequenze del nuovo film di Giuseppe Tornatore, che uscirà il prossimo anno.
A breve mi trasferirò in Spagna per lavorare ad un film di animazione 3D: Planet 51, sceneggiato da Joe Stillman, l'autore di Shrek. Probabilmente il più grande e costoso progetto europeo di questo campo. Vediamo che succederà, sicuramente una bella sfida.



Pubblicità per Fifa 08



Pubblicità La7


Qual è il tuo ruolo in studio?


La definizione esatta è Digital Compositor appunto, da non confondere con Composer che è il compositore di musica hehe. Precedentemente mi sono comunque occupato di motion graphic (grafica in movimento per il video come sigle e titoli) e montaggio video.


Una domanda particolare…la tua postazione di lavoro è tutta perfettamente in ordine o ci sono matasse di cose?


Hehe.. diciamo che rimane in ordine per poco tempo, ma la postazione ha un ruolo marginale, l'importante è mantenere in ordine il computer. Quando si lavora a progetti ad alta risoluzione come HD e materiale cinematografico, si ha a che fare con diverse centinaia di Gigabyte di materiale e migliaia e migliaia di sequenze di file, è lì che bisogna essere metodici e ordinati, la scrivania è fatta per ammassare cose e appunti :)





Afterville


Che apparecchiature utilizzi?


Ho iniziato su sistemi come Flint e Flame, "mostri" che funzionano su macchine Silicon Graphic e che costano intorno ai cento mila euro, ma oggi la situzione è cambiata: i computer che si utilizzano sono sostanzialmente normalissime macchine acquistabili ovunque. Lavoro molto su piattaforma Macintosh e di tanto in tanto su normali PC con Linux. Quello che serve per il mio lavoro ovviamente è il software. Per il compositing utilizzo Shake e Nuke e spesso per realizzare fondali o altri ritocchi di base si lavora in Photoshop.

La soddisfazione più bella ricevuta dal tuo lavoro?

Bene o male l'ottanta percento dei lavori realizzati l'ho visti in televisione, e questa è già una bella soddisfazione, anche perché di TV ne guardo pochissima e trovare per coincidenza qualcosa fatto da me in quei pochi minuti fa sempre effetto. Probabilmente mi porto ancora dietro la soddisfazione del primissimo lavoro realizzato appena finita la scuola: la sigla del cartone animato Winx Club (vedi foto sotto). Al tempo mi occupai dei fondali animati delle sigle di testa e coda e vedere ancora oggi a distanza di cinque anni la fortuna della serie con sempre la solita sigla è divertente.


Che ricordo hai dei primi lavori , quelli prodotti “in casa”?

Mi capita di rivederli di tanto in tanto e li trovo sempre validi, per quanto grezzi e realizzati con una certa ignoranza tecnica. Devo molto a quei primi lavori fatti in casa, sono stati semplicemente indispensabili per imparare la maggior parte delle cose che oggi applico al mio lavoro: è molto più importante prendere e provare in prima persona che seguire un corso privato o simili... e poi è anche divertente.

Ci sono dei professionisti a cui ti senti particolarmente legato e in cui ti rispecchi? Mi riferisco anche alle tecniche lavorative.

In un certo senso devo molto a tutte le persone con cui ho lavorato nel corso degli anni, non c'è una singola persona in particolare. Lavorando accanto ad altri professionisti c'è sempre un grande scambio di informazioni e conoscenza, ognuno impara dagli altri e gli altri imparano da te.




Pubblicità Samsung i450


Senti di dover ringraziare qualcuno per questo percorso professionale fin qui oserei dire esaltante?


Come ho detto prima tutte le persone con cui ho lavorato e dai cui ho imparato, ma probabilmente devo ringraziare (senza peccare di superbia) me stesso per aver deciso di non continuare gli studi. Lavorando e parlando con molti studenti universitari e gente che ha frequentato corsi privati di grafica o video design mi sono accorto che 6 mesi di lavoro equivalgono a diversi anni di studio.

Ci sono stati momenti difficili in cui hai pensato magari di mollare tutto?

No mai. Le cose vanno bene.. se mai cambierò lavoro non sarà per difficoltà, ma piuttosto per semplice voglia di provare cose differenti.

Quali sono i tuoi prossimi progetti personali al di fuori di quelli in ambito lavorativo?

Attualmente non ho grandi progetti personali, il lavoro mi prende parecchio del mio tempo. Mi piace molto la fotografia e a breve aprirò il mio sito personale di fotografia appunto. Probabilmente il giorno che avrò una buona idea (e molto molto tempo a disposizione) mi dedicherò alla realizzazione di un lungometraggio.

Il tuo sogno nel cassetto?

La più difficile delle domande, ancora oggi che la mia strada è abbastanza delineata non sono in grado di immaginare la direzione che prenderà... ma entrare nelle grandi realtà statunitensi come ILM, Digital Domain o Pixar sarebbe un bel traguardo :)


Gustatevi lo Showreel 2008 di Michelangelo
Buona visione!


1 commento:

Elisa.M ha detto...

Interessante :)